Sulla felicità

La Via per poter attirare la buona sorte ed evitare la cattiva.

I . L’ idea che non si possa cambiare il destino e il cammino che offre la possibilità di farlo.
II. Il concetto per cui una persona buona attira la buona sorte
III. I diversi fattori che provocano le disgrazie

 

I. L’idea che non si possa cambiare il destino e il cammino che offre la possibilità di farlo

Tutto il mondo conosce la parola destino. Il destino include tutto quello che si relaziona con la vita di una persona: il suo processo evolutivo, gli studi, le amicizie, l’amore, il matrimonio,il lavoro, la salute, la malattia, la felicità,le disgrazie, etc. E questo sintetizza tutto il bene ed il male della vita umana.

In relazione al destino vi sono termini come destino, fortuna, fato, che esprimono il modo di considerare questa realtà. Da questa prospettiva, si considera che non è possibile cambiare il destino quando uno lo vuole e che non si può scappare da esso anche se si tenta, perché il destino è qualcosa che forma parte del corpo dalla nascita, ossia è come se fosse qualcosa che è attaccato alla vita.

Questi termini esprimono l’idea che il destino determina e condiziona la buona o la cattiva sorte di una persona. Inoltre esistono anche i termini come fatalità, karma, etc.

Con questi si esprime la credenza che tutto ciò che ha relazione con la vita di una persona, come le malattie, le disgrazie, la salute, la felicità, il matrimonio, etc. sono il risultato del passato , vale a dire in relazione con una vita passata, con gli accadimenti di un’altra vita.

Tuttavia nel mondo del Daojia e del Taoismo cinese vi è un modo proprio di considerare il destino: non si ha una posizione passiva di fronte al destino. Il destino di una persona non è qualcosa di permanente ma è sempre variabile, sino a che cambia in accordo con la qualità delle sue azioni, ossia, cambia secondo il bene ed il male che si realizza.

Per esempio, nell’opera “Tai Shang Gan Yin Pian” Tai Shang Lao Jun dice che le disgrazie e la felicità della vita non si incontrano in alcun luogo determinato sino a che le si provoca e le si chiama. E questo si deve, detto in altre parole, che la ricompensa del bene e del male è qualcosa inerente a ogni cosa come se fosse la sua propria ombra. 

Ed in questo senso si dice nel “Tai Shang Gan Yin Pian” che tra il cielo e la terra esistono  divinità che registrano i delitti e le mancanze delle persone e le castigano. Questi Dei, secondo il grado di ciascuna mancanza o delitti commessi , le tolgono “suan” alla persona colpevole. Per “suan” si intende il potere e l’energia positiva legata alla felicità, la salute, la longevità che ha una persona mentre è viva.

Alla persona che sta appesantita dal proprio “suan” registro delle cattive azioni commesse, sicuramente la sua fortuna e le sue possessioni verranno sprecate e diminuiranno.

E’ molto probabile che vada peggiorando che con faciltà si veda coinvolto in situazioni sgradevoli, che abbia problemi con la gente che gli sta intorno, che riceva sanzioni ed abbia molte probabilità che le accadano disgrazie. Inoltre, non incontrerà accadimenti felici ed avrà a
tendenza ad incontrare disgrazie motivate dalla stella della cattiva sorte.

Ed una volta che sarà totalmente esaurito dal suan, gli sarà tolta anche la vita. Per questo la prospettiva del Dojia e del daoismo, hanno come presupposto il non commettere né delitti ne mancanze per non vedersi coinvolti in accadimenti sgradevoli, si presenta la possibilità di avere
una vita stabile senza disgrazie.

II. Il concetto per cui una persona buona attira la buona sorte

Nelle questioni del destino si pensa che quando uno rimane esaurito dal proprio “suan” , registro delle cattive azioni commesse, inizia la cattiva sorte. E per questo si crede che al di la dello sforzo fatto per non commettere mancanze né delitti, ad uno non rimane che tentare di evitare i castighi e di avere la cattiva sorte.

Per questo è bene domandarsi: Che fare per stare in buona salute e vivere felicemente? Oltre a non commettere mancanze né delitti, è necessario dedicarsi a fare il bene e ad osservare l’etica e la morale.

Su questo, nel libro sacro “Tai Shang Gan Yin Pian”si dice che una buona persona possibilmente ha ha il rispetto di tutti, il “tien tao”, il cielo , l’aiuto, conduce una vita felice e benestante, si mantiene lontana da qualsiasi tipo di ostacolo, gli dei e gli spiriti protettori hanno cura di lei., ha successo in tutto quello che vuole fare e si ottiene lo stato di trasformazione spirituale shenxian.

Non è lo stesso ciò che noi intendiamo ordinariamente per buona persona ciò che qui si intende per buona persona che attira la buona sorte.

Una buona persona con capacità di attirare la buona sorte deve seguire diversi precetti in accordo con l’etica e la morale.

Non bisogna dire che qualsiasi persona normale e ordinaria se riesce a mantenersi fedele all’osservanza di tutti questi precetti, conseguirà anche la capacità di attirare la buona sorte.

Questi precetti sono:

  • Seguire il cammino conforme all’etica ed alla morale e lasciare quello che non va
  • Allontanarsi dal cammino del maligno non fare nulla di male anche se nessuno lo vede
  • Accumulare meriti e opere buone ed agire sempre con cuore compassionevole
  • Essere fedele e praticare la pietà filiale, amare i fratelli, rispettare i superiori, influire positivamente con la parola e con le opere sulle persone che vi sono intorno.
  • Compatire chi sta solo, preoccuparsi delle vedove, rispettare gli anziani, proteggere i bambini.
  • Non far del male agli insetti e alle piante.
  • Sentire compassione per le disgrazie del prossimo e gioire delle sue gioie
  • Risolvere i problemi e le emergenze degli altri e salvare gli altri dal pericolo
  • Gioire dei guadagni degli altri come se fossero i propri e sentire allo stesso modo le perdite come se fossero le proprie.
  • Non mettere in evidenza le debolezze degli altri e non essere orgogliosi delle proprie qualità
  • Frenare il male, fare il bene, cedere la porzione grande agli altri e tenere per se la piccola.
  • Non sentirsi male di fronte alle umiliazioni e sorprendersi davanti agli elogi.
  • Fare il bene senza aspettarsi ricompensa e non pentirsi dopo di aver dato qualcosa a qualcuno.

Nei documenti della tradizione del taoismo secolare si dice che se si riesce a compiere tutti questi precetti è possibile raggiungere la protezione del Tian Tao, del cielo ed avere la buona sorte.

III. I diversi fattori che provocano le disgrazie

E’ normale desiderare di avere buona sorte. Nella vita reale c’è chi all’improvviso si trova intrappolato e senza poter scappare da questa mala sorte che tutto il mondo teme o che ha incidenti, problemi nelle relazioni personali, calamità etc.

Tra la gente con cattiva sorte vi sono molti casi di persone buone, persone amabili, persone che si impegnano nel lavoro e negli studi, che si dedicano agli altri, persone che lavorano senza sosta per portare avanti la propria famiglia.

Quando a questo tipo di persone succedono alcune disgrazie, c’è chi si si chiede “ perché proprio a questa persona è accaduto questo che nessuno vuole?”

Il fatto di avere buona o cattiva sorte non sembra che sia estremamente collegato al carattere, o con la personalità.

Nell’opera “Tai Shang Gan Ying Pian” si dice che se non si commettono mancanze o delitti non si è esauriti dall’energia del proprio “suan”, registro delle cattive azioni commesse e non si ricevono castighi né si attira la cattiva sorte. Riassumendo , l’essere esaurito o no dal “sun” sembra che non sia in relazione con il modo di essere della persona e che si debba solo alle sue mancanze e delitti.

Allora, commettere mancanze o delitti si può dire che sia facile e allo stesso tempo difficile.

Dire che è difficile si riferisce alle difficoltà di sapere che cosa si intende per mancanze e delitti.

Ordinariamente al parlare di mancanze e delitti si pensa solo a ciò che va contro la ragione e le regole della società.

Tuttavia ciò che nell’opera “Tai Shang Gan Ying Pian” si intende per mancanze o delitti non si riferisce solo a questo ma ad un campo più esteso.

Ci si riferisce a:

  • Non compiere i propri obblighi
  • Realizzare azioni contrarie alla ragione
  • Commettere azioni disoneste considerandole come una dimostrazione di talento
  • Maltrattare o uccidere esseri viventi senza alcun motivo
  • Essere una buona persona apparentemente da una parte e dall’altra fare il male
  • Disprezzare gli amici intimi e le persone serie e formali
  • Rispondere al Maestro con negligenza
  • Non compiere i propri obblighi lasciandosi portare dal proprio piacere
  • Ingannare la gente essendo irresponsabile
  • Criticare i compagni e i colleghi
  • Mentire e dire falsa testimonianza in modo che le responsabilità cadano sugli altri
  • Recriminare i fallimenti della famiglia e delle persone che ci sono vicine mettendole in evidenza
  • Agire sempre con durezza e senza compassione
  • Essere egoista senza usare la ragione ne i sentimenti degli altri - Giudicare ingiustamente il positivo ed il negativo delle cose
  • Lamentarsi o protestare verso nord
  • Migliorare il proprio rendimento a discapito dei propri subordinati
  • Adulare chi ha una elevata posizione sociale per conseguire qualsiasi tipo di beneficio personale
  • Non riconoscere i favori ricevuti
  • Portare sempre rancore
  • Disprezzare gli altri
  • Perturbare la politica del paese
  • Onorare chi non lo merita o chi non compie i suoi obblighi
  • Punire un innocente
  • Ammazzare qualcuno per impossessarsi dei suoi beni
  • Spogliare qualcuno dei suoi onori e della sua posizione a proprio beneficio
  • Obbligare qualcuno o sottometterlo servendosi di un castigo o di un assassinio
  • Disprezzare una persona onorata, eliminare una persona sensata
  • Investire il debole che non ha risorse
  • Approfittarsi della vedova che non ha appoggio familiare
  • Omettere le leggi e le regole
  • Accettare ricompense illecite
  • Giudicare come sbagliato ciò che è retto
  • Giudicare come retto ciò che è erroneo
  • Non smettere di pensare solo alle cose triviali giudicarle come importante
  • Perdere la serenità e arrabbiarsi avanti alle guerre e polemiche
  • Riconoscere i propri errori e sbagli e non voler rimediare
  • Essere cosciente di ciò che è buono e non avere intenzioni di metterlo in pratica
  • Non correggere le proprie mancanze e inoltre addossare la colpa agli altri
  • Non credere in metodi dotati di poteri straordinari come per esempio il fengshui, l’arte della divinazione, il qigong, etc., e proibirli
  • Criticare senza alcun fondamento i saggi e le persone venerabili - Maltrattare le persone di provata moralità
  • Sparare a tutti i tipi di uccelli che volano
  • Perseguire gli animali che stanno correndo
  • Spaventare con urla o rumori animali che stanno dormendo o sono in letargo invernale.
  • Riempire le tane di insetti o altri esseri viventi
  • Distruggere i nidi degli uccelli
  • Ferire gli animali in gravidanza
  • Distruggere uova fecondate in processo di incubazione
  • Desiderare il male dell’altro
  • Rovinare il successo degli altri
  • Scegliere per se stessi una posizione sicura mettendo gli altri in una situazione pericolosa
  • Aumentare i propri guadagni a scapito dei beni degli altri
  • Vantarsi dei propri vizi
  • Usare a beneficio proprio i guadagni degli altri
  • Approfittare del talento degli altri
  • Occultare il buono degli altri e non mostrarlo agli altri
  • Imitare i punti indecorosi delle personalità altrui
  • Svelare un segreto altrui
  • Usare a proprio beneficio il denaro e i beni altrui
  • Disunire la famiglia di altre persone
  • Impossessarsi di ciò che vogliono altri
  • Detestare gli aiuti degli altri
  • Inorgoglirsi delle buone qualità che uno possiede
  • Ingannare gli altri per poter vincere
  • Distruggere ciò che è stato piantato da altri
  • Distruggere il matrimonio altrui
  • Pavoneggiarsi di aver conseguito una vita agiata - Levare ad altri il lavoro in modo arbitrario
  • Chiedere favori agli altri
  • Negare le proprie mancanze
  • Incolpare gli altri delle proprie disgrazie e della mala sorte
  • Consigliare agli altri qualcosa di cattivo contrario alla ragione
  • Ingannare mostrando una posizione sociale e onori che non si posseggono
  • Accumulare cattivi pensieri che pregiudicano la persona
  • Distruggere le qualità eccellenti degli altri
  • Non aver intenzione di correggere le proprie debolezze e tentare di non mostrarle ad altri
  • Approfittare della posizione o del potere che uno ha conseguito per minacciare un altro
  • Esercitare violenza per puro piacere
  • Ferire a morte
  • Tagliare o strappare piante senza alcun motivo giustificabile
  • Uccidere qualsiasi tipo di animali e cucinarlo per un fine cattivo
  • Rovinare lo stato di cereali piantati
  • Far soffrire le persone che ci sono intorno
  • Distruggere una famiglia ed impossessarsi delle sue ricchezze
  • Distruggere una diga per causare danni agli immigrati
  • Provocare un incendio
  • Perturbare l’ordine
  • Ostacolare il successo altrui
  • Distruggere le cose degli altri per infastidirli
  • Nutrire invidia per la posizione e gli onori di altre persone e per questo volerli eliminare
  • Invidiare chi ha una vita comoda e desiderare il loro impoverimento
  • Raggirare una persona bella ed attraente dell’altro sesso, agire per farla sua immediatamente
  • Quando si tiene un debito desiderare che il benefattore che gli ha prestato i soldi muoia presto
  • Risentirsi quando uno non ottiene ciò che vuole. - Quando ad una persona gli accade una disgrazia, mormorare e parlare male di questa
  • Ridere dei difetti altrui
  • Reprimere le doti brillanti degli altri
  • Allevare insetti dannosi che pregiudicano le persone per molestare la gente che vi è intorno
  • Rovinare un albero con qualsiasi tipo di farmaco
  • Arrabbiarsi con il maestro e portar rancore
  • Ribellarsi al padre ed al fratello maggiore
  • Esigere o impossessarsi di qualcosa arbitrariamente con la forza
  • Essere propenso ad occupare il posto di altri e appropriarsi di ciò che appartiene ad altri
  • Arricchirsi impossessandosi di beni altrui
  • Migliorare la propria situazione mediante parole ingannevoli
  • Essere ingiusti nel dispensare premi e castighi
  • Concedersi ai piaceri senza nessun tipo di moderazione
  • Tormentare con crudeltà i subordinati e le persone di rango inferiore.
  • Minacciare una persona
  • Incolpare sempre gli altri
  • Lanciare improperi contro il vento o la pioggia
  • Litigare e provocare litigi
  • Creare separazioni all’interno di amici senza alcun motivo
  • Dire parolacce
  • Non seguire gli insegnamenti dei genitori
  • Non avere cura delle cose
  • Dire il contrario di ciò che si pensa
  • Lasciarsi prendere dall’avarizia e mettersi a rischio per aumentare la ricchezza
  • Mettere a rischio un superiore con il proprio comportamento
  • Usare parole maliziose
  • Mormorare - Diffamare qualcuno per fare bella figura
  • Maledire le divinità per porre enfasi sulla propria rettitudine
  • Adottare un atteggiamento di ribellione di fronte ad una etica di rassegnazione ed obbedienza
  • Trattare con freddezza la famiglia ed i genitori ed in cambio essere amabile con gli estranei
  • Giustificare il proprio cuore cattivo ponendo il cielo e la terra come testimoni
  • Osservare cose volgari per mezzo di poteri soprannaturali
  • Pentirsi dopo aver aiutato qualcuno
  • Chiedere qualcosa in prestito e non restituirlo
  • Esigere più di quanto si corrisponda al momento di ricevere guadagni
  • Sprecare più del necessario
  • Lasciarsi prendere da un desiderio sessuale senza moderazione
  • Agire con malizia per sembrare una buona persona
  • Dare a qualcuno cibo che andrebbe buttato
  • Raccomandare a qualcuno di prendere una via che si allontana dall’etica e dalla morale
  • Nei negozi ingannare il cliente con il peso della merce
  • Ingannare la gente con falsi al posto di originali
  • Tradire la patria per conseguire benefici
  • Sminuire il valore di una cosa buona attraverso la contrattazione
  • Relazionarsi con una persona rigida con tremendo disprezzo
  • Essere avaro
  • Maledire
  • Agire in modo immorale sotto gli effetti dell’alcool
  • Litigare con gli altri del proprio sangue
  • Come uomini non essere fedeli né delicati
  • Come mogli non essere docili
  • Come sposo non essere affettuoso con la sposa
  • Come sposa non rispettare lo sposo
  • Stare sempre a pavoneggiarsi di qualcosa
  • Invidiare sempre il buono degli altri
  • Maltrattare e colpire la moglie e i figli
  • Mancare di rispetto ai nonni
  • Rivolgersi agli avi con parole scortesi
  • Ribellarsi ad un ordine venuto dal su
  • Agire di proposito facendo cose che non servono per la salute del corpo né per la crescita spirituale
  • Essere infedele nel matrimonio
  • Maledire sempre
  • Mancare di rispetto a cose e persone
  • Scavalcare un falò o un pozzo
  • Trovare sempre difetti nelle persone o nel cibo
  • Fare abortire
  • Occultare ciò che si fa e non agire apertamente
  • L’ultimo giorno di ogni mese e a fine dell’anno lunare divertirsi cantando e ballando
  • Strillare e arrabbiarsi il primo giorno di ogni mese
  • Sputare, piangere o fare i bisogni verso nord
  • Leggere a voce alta o piangere in cucina
  • Accendere incenso con un accendino o con il fuoco della cucina
  • Preparare il cibo utilizzando legna molto sporca
  • A notte fonda camminare nudi per la casa
  • Applicare un castigo nei giorni in relazione con cambi di stagione come per esempio il primo giorno di ogni stagione, l’equinozio di primavera e di autunno e solstizio di estate e di inverno
  • Sputare verso una stella cadente
  • Puntare il dito verso l’arcobaleno, puntare il dito verso il sole, la luna, le stelle
  • Guardare fisso il sole o la luna
  • Cacciare in primavera bruciando l’erba
  • Mormorare parolacce guardando a nord
  • Uccidere un serpente o una tartaruga senza alcun motivo
  • Non risparmiare
  • Avere il cuore duro, aver perso umanità

Stampa Email

  • /mgd/discipline/qi-gong/materiale/40-classe.html
  • /mgd/discipline/qi-gong/materiale/42-deprerssione.html

Ming Dao